COSE DA FARE: il riordino della libreria!

muuto stacked e cover chair

Inutile negarlo, abbiamo rimandato prima per giorni, poi per settimane, infine per mesi e così siamo arrivati alla fine dell’anno: il riordino della libreria, lo sappiamo, è un’esperienza di quelle che ci mette sempre a dura prova... E per noi che preferiamo leggerli, i libri, invece che riordinarli, adesso non c’è più scampo: quando  è troppo (il caos) è troppo!

Certo, se selezionarli e ordinarli diventa sempre più difficile e l’unica ancora di salvezza parrebbe essere l'ordine alfabetico, non arrendetevi alla noia del dopo la emme c’è la enne e sperimentate con noi un ben più piacevole sistema (ma se siete estremamente precisi/e potreste dar di matto anche solo ipotizzandolo un qualsiasi altro modo di riordinare!).

Noi non lo prenderemo neppure in considerazione, il metodo abbecedario, e dato che i libri per noi non sono importanti per la prima lettera del titolo o del nome e cognome (o cognome e nome?!?) dell’autore o della casa editrice, ma soprattutto per ciò che hanno lasciato in noi - sono amici con cui ci siamo fatti matte risate, complici che hanno condiviso con noi passioni travolgenti, fratelli sulla cui spalla abbiamo versato lacrime catartiche e compagni di avventura alla scoperta di terre esotiche... sono storia e storie che ci porteremo dietro per sempre- preferiamo basarci su questo per  fare già una prima selezione: tutti quei libri che ci hanno sfiorato solo con il fruscio delle pagine, sappiamo dove metterli... Facciamone uno scatolone e portiamolo alla biblioteca più vicina, forse qualcun altro saprà apprezzarli!

Per riordinare tutti gli altri vale, a nostro avviso, un unico criterio: quelli che vorremmo (prima o poi nella nostra vita!) rileggere, dovranno essere sempre a portata di mano, nel ripiano più comodo da raggiungere e davanti ai nostri occhi! Per tutti gli altri seguiamo un semplice quanto efficace consiglio. Cominciamo a farne delle pile (sarà l'occasione per eliminare quell'odiosa polvere che nella nostra libreria arriva veramente dove mai ce la saremmo aspettata) e dividiamoli ricordando quelli che ci hanno fatto morire dalle risate, quelli che ci hanno spaventato o fatto sorridere, quelli che ci riempiono gli occhi tutte le volte che li fogliamo o quelli che ci hanno commosso o indignato...

Certo, se non ricordate nulla di nessuno dei vostri libri, i casi sono due: o non li avete mai neppure aperti (ops!) o la vostra memoria (e non solo quella) dev'essere debole assai... In questo caso, per voi l'ordine per titolo andrà benissimo: vi basterà ricordare i titoli (almeno quelli!) e, ovviamente… le lettere dell'alfabeto!

il nostro consiglio…

La libreria STACKED di MUUTO, con i suoi box componibili e posizionabili a piacere, è perfetta: i libri risulteranno già suddivisi e sarà più facile riordinarli in qualsiasi momento!

…e se volete un consiglio in più….

Accanto alla libreria posizioniamo una poltrona, o anche una comoda sedia con braccioli (in foto COVER CHAIR) e una lampada (in foto  la lampada da lettura LEAF, sempre di MUUTO ): ci saremo così ritagliati un angolo lettura tutto per noi.

 

E dopo tanta fatica, buona lettura!

Commenti

Post più popolari