WELCOME WARLI!



“Ho iniziato a disegnare tappeti contemporanei nel 1992: lavorare sulle superfici e sulla ‘decorazione’ mi stimolava molto, ma non avevo grandi conoscenze delle varie tecniche di produzione, dei lunghi processi di lavorazione, né delle fibre utilizzate. Fino ad allora ero rimasto semplicemente affascinato, e per certi versi continuo ad esserlo ancora oggi, di come un grande patrimonio artigianale potesse assumere livelli qualitativi talmente alti da contrapporsi alle più sofisticate tecnologie industriali". Così il designer Paolo Zani sintetizza il suo lavoro con WARLI, il brand con cui presenta una splendida collezione di tappeti contemporanei che elaborano non solo i segni razionali del design occidentale, ma anche quelli ‘etnici’ - celebrazione della bellezza delle cose imperfette, impermanenti ed incomplete - lavorando sui materiali e su come tradurli in superfici tattili e cromatiche. 
 

Prodotti in aree del mondo dove storicamente questi manufatti hanno una tradizione di qualità e lavorazione manuale, i tappeti WARLI utilizzano solo lane vergini (100% neozelandesi o 'blend' con lane ghazny e sheradian), fibre vegetali e viscosa di primissima qualità.
L'attenzione e la cura per il prodotto partono non solo dalla materia prima, ma anche da un forte carattere eco-friendly: le lane sono utilizzate nei colori naturali con effetto melange,  o con colori 'Azo free' a basso impatto ambientale e latex al 100% di origine naturale, mentre le fibre vegetali - seta di banano, canapa, aloe, cactus -  sono lavorate senza alcun trattamento chimico e tintura.
Non da ultimo, il senso etico di questo prodotto: i tappeti WARLI sono realizzati nell'ambito del programma di produzione socialmente responsabile 'Kaleen', promosso dal 'CEPC' dell'India, e 'Care&Fair', che certificano la produzione senza l'impiego di lavoro infantile illegale.



Potete trovare tutti i tappeti della collezione WARLI da dEc.
 

Post più popolari

sfoglia il blog